Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

STORIA DEL CINEMA ITALIANO

sabato 30 Maggio - 17:00/18:30

STORIA DEL CINEMA ITALIANO: Durante gli incontri approfondiremo temi e protagonisti di tutti i momenti più significativi, dagli esordi fino agli ultimi anni
STORIA DEL CINEMA ITALIANO: LA RUBRICA DI EMANUELE

Storia del cinema Italiano: dicembre 1895 fu un anno fatale, Louise e Auguste Lumière presentano per la prima volta il loro cinématographe. Nasce il Cinema. Dalla Francia all’Italia, il cinema da semplice curiosità tecnica diventa ben presto mezzo di espressione popolare, artistico e di massa.

Durante gli incontri approfondiremo temi e protagonisti di tutti i momenti più significativi della storia del cinema italiano, dagli esordi nel 1896 ai divi del muto, dalla rinascita degli anni ’30 al Neorelismo, dai nuovi autori degli anni ’60 alla commedia “all’italiana”, dalla crisi degli anni ’80 fino alla proclamata ripresa degli ultimi anni.

Primo incontro: Sabato 23 maggio ore 17.00

Dalle vedute francesi al Neorealismo

  • Arriva il cinematografo
  • Un cinema Kolossal
  • Il cinema sotto il fascismo
  • Il cinema dei “telefoni bianchi” e la commedia
  • Il neorealismo

Il 13 marzo del 1896 lo studio fotografico Le Lieure di Roma ospitava la prima proiezione pubblica dei fratelli Lumière. Nasce il cinema italiano.
Dopo la proiezione a Le Lieure, si intuisce la potenzialità del nuovo mezzo.
Nascono le prime produzioni italiane: documentari di natura storica riguardanti storie di imperatori, papi e famosi regnanti italici o semplici vedute di piazze e strade cittadine.

Nei primi anni del Novecento prendono vita numerose case cinematografiche come la Cines, la Partenope Film o la Caesar Film: nascono le sale cinematografiche. Piccole stanze dove venivano trasmessi i brevi cortometraggi dell’epoca.

1905 esce La presa di Roma di Alberini il primo vero e proprio film. Ma è durante il secondo decennio del Novecento che il cinema italiano conosce uno dei periodi migliori, con titoli esportati in tutto il mondo: dai kolossal storici (Nerone, L’Odissea, Quo vadis?) al cinema futurista.

Dopo la crisi degli anni Venti, il cinema di propaganda del periodo fascista rafforza la produzione italiana con la creazione dell’istituto LUCE e gli studi di Cinecittà a Roma. Il genere che ebbe maggior successo, oltre a quello storico, fu quello della commedia sentimentale dei “telefoni bianchi”.

Ma il periodo di massimo splendore del cinema italiano sorge con il Neorealismo. Roma città aperta, Paisà, Ladri di biciclette, Sciuscià e Riso amaro sono solo alcuni dei tanti capolavori del cinema italiano di quel periodo, voglioso di rappresentare un Paese distrutto dalla guerra, ma in grado di risollevarsi con coraggio e dignità dalle proprie ceneri.

 

Secondo incontro: Sabato 30 maggio ore 17.00

Verso il boom

  • Ricostruzione e restaurazione
  • Melodramma popolare e “neorealismo rosa”
  • Cinema d’autore: Visconti, Fellini, Antonioni
  • I nuovi autori: Pasolini, Bertolucci, Leone, Ferreri
  • La commedia all’italiana

Dopo il secondo conflitto, la produzione cinematografica, per riprendersi, mira alla realizzazione di commedie dal sicuro ritorno economico. Ma questa volta i personaggi non agiscono più in ambienti raffinati altoborghesi come nei “telefoni bianchi”ma nella realtà: nasce il “neorealismo rosa”.

Tra gli anni ’50 e ’60 prende corpo il cinema d’autore, con tematiche che si concentrano più sull’individualità che non sulla collettività e indagano il rapporto del singolo con la società, con uno stile e punti di vista originali e fuori dalle logiche di mercato.

Antonioni, con la sua Cronaca di un amore, inaugura di fatto la nuova corrente. Ma forse il più famoso e conosciuto è Federico Fellini. Autore di film come La strada, Amarcord, La dolce vita o I Clowns e vincitore di ben 4 premi Oscar. Fellini è la rappresentazione più limpida del cinema d’autore italiano.

Contemporaneamente al cinema d’autore si sviluppa uno dei generi più caratteristici del cinema italiano: la commedia all’italiana. Alberto Sordi, Vittorio Gassman, Totò, Peppino De Filippo, Ugo Tognazzi o Paolo Villaggio, troveranno gloria e fama sotto la direzione di registi come Dino Risi, Luigi Comencini, Ettore Scola e Luigi Zampa. Tra gli anni Sessanta e Ottanta la commedia all’italiana risulta essere uno dei generi più amati e di successo in tutto il Paese, intrattenendo milioni di italiani durante il boom economico che prendeva piede in tutta la Penisola.

Parallelamente alla commedia, si formano una serie di autori che mettevano in discussione il modo di fare cinema che sino ad allora aveva imperato in Italia: Pasolini e Bertolucci

 

Terzo incontro : Sabato 06 giugno ore 17.00

Il nuovo cinema italiano

  • Brutto, sporco e cattivo
  • Piccolo grande schermo
  • Il cinema politico
  • I successi degli anni 90
  • I nuovi protagonisti
  • Oltre il 2000

Contemporaneamente in Italia, e soprattutto nel mondo, si afferma il genere western all’italiana, o meglio gli spaghetti-western. Django, Lo chiamavano Trinità, Il buono il brutto e il cattivo, Ringo o Il grande duello entrano di fatto nella storia del cinema e ancora oggi non mancano omaggi come quello di Tarantino e il suo Django Unchained. Personaggi come Sergio Leone, Clint Eastwood e Franco Nero, sono divenuti vere e proprio star del cinema grazie al western italiano.

Dagli anni ’80 ad oggi la commedia italiana, con piccole eccezioni, ha sempre caratterizzato la produzione italiana, ma negli ultimi anni si è intravista una viva sperimentazione ad altri generi e un ritorno al cinema d’autore, con autori del calibro di Tornatore, Benigni e Sorrentino. Quest’ultimo regista del film La grande bellezza, considerata una pietra miliare del cinema mondiale e vincitore di 9 David di Donatello nel 2014. Un vero simbolo dell’eccellenza italiana!

DURATA LEZIONE: 1 ora e 30 circa

QUOTA DI PARTECIPAZIONE A PERSONA:

€ 15,00 per ciascun incontro

€ 35,00 Pacchetto di 3 incontri

RELATORE: Dott. Emanuele Giannotta

SUPPORTO TECNICO: Sig. Marco De Angelis

******

LE VIDEO CONFERENZE SI SVOLGERANNO SU PIATTAFORMA ZOOM e VERRANNO REGISTRATE 

ED INVIATE A COLORO CHE NE FARANNO RICHIESTA VIA EMAIL ENTRO 2 GIORNI DOPO L’EVENTO

IL GIORNO PRIMA, SARA’ INVIATA E-MAIL CON LE   MODALITA’ PER ACCEDERE ALLA CONFERENZA.

PAGAMENTO:

tramite bonifico.

Gli iscritti all’ Associazione  che non hanno la possibilità di effettuare il pagamento on line, potranno saldare quando sarà possibile incontrarci di nuovo

 

 PRENOTA ORA!

 

 

Dettagli

Data:
sabato 30 Maggio
Ora:
17:00/18:30
Categoria Evento:
Tag Evento:
, , , , , , , ,

Organizzatore

Rita
Telefono:
339 36.69.831
Email:
info@tempodieventi.com

I commenti sono chiusi