Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

VIAGGIO A MATERA

venerdì, 23 Marzo, 2018 - 7:00/domenica, 25 Marzo, 2018 - 21:30

MATERA : IL RISCATTO! DA VERGOGNA DELL’ITALIA A PATRIMONIO DELL’UNESCO A CAPITALE EUROPEA DELLA CULTURA 2019

VENERDI 23 Marzo

Ore  06.45 Ritrovo dei partecipanti a Piazzale dei Partigiani

Ore  07.00 Partenza con Pullman

0re 13-13.30  circa arrivo a Matera

Sistemazione in albergo. 

I bagagli verranno lasciati nel deposito e poi portati in stanza appena questa sarà disponibile. Vi preghiamo di apporre delle etichette nominative ai bagagli

Pranzo veloce in hotel (da pagare in loco)

ORE 15.30 ALLA SCOPERTA DEL SASSO BARISANO

Un vero e proprio incontro con la città. Il giro di questo pomeriggio partirà con una panoramica sul Sasso Caveoso per poi spostarci in Cattedrale della Madonna della Bruna.

 Dopo la visita della chiesa, monumento costruito e inquadrato scenograficamente, sarà ancora più interessante dedicarci al Sasso Barisano,  che dispone di un’apertura ad anfiteatro sulla forra del torrente Gravina. Scopriremo le sue  radici scavate nel sito rupestre de Le Cisterne di San Giorgio

Durante i lavori di ristrutturazione di una abitazione settecentesca, fù scoperto un sito rupestre che, nei suoi 40 metri di profondità , percorre 1000 anni di storia materana.

 L’antica chiesa di San Giorgio al Paradiso ha prima lasciato il posto ad un frantoio con i suoi dolii e poi, nel ‘700, ad una cantina per la pigiatura dell’uva e lo stoccaggio delle botti. Il sistema di recupero delle acque è visibile con i suoi canali intatti e con le cisterne intonacate di coccio pesto.

Grazie alla cortese concessione dell Hotel San Giorgio , potremo visitare in esclusiva le Cisterne e scoprine il fascino ancora avvolto nel  tempo.

 

ORE 18.00 Il Palombaro Lungo è una grande cisterna sotterranea collocata sotto la parte antica della città (Piazza Vittorio Veneto), definita la “Cattedrale dell’acqua“.

 Fu realizzata nel 1846, grazie all’opera di Monsignor A. Di Macco, come riserva idrica pubblica, a sostegno degli abitanti del Sasso Caveoso.

 Tale cisterna è profonda 15 metri e contiene circa 5000 metri cubi di acquL’etimologia del termine Palombaro, d’altronde, non lascia spazio a dubbi. Esso deriva dal latino “plumbarius”, colui che rivestiva con il piombo le condutture che portavano l’acqua dagli acquedotti alle case, alle fontane e alle terme.  terminiamo il nostro giro in Piazza Vittorio Veneto (piazza centrale). 
Rientro in hotel. Cena e pernottamento

SABATO 24 MARZO

0re 9.30 trasferimento in pullman al PARCO DELLA MURGIA

– Dove osano i grillai – Cambiare prospettiva, capire le connessione fra uomo e natura.

 In questa giornata si parte con un’escursione non impegnativa* sull’altopiano della Murgia, dove oltre a goderci le fioriture spontanee e le coppie di falco grillaio in nidificazione, ci dedicheremo ad un altro aspetto del rupestre materano, i luoghi di culto. A Est rispetto alla città di Matera si estende il parco archeologico storico-naturale della Murgia Materana e delle Chiese Rupestri. Un’area che contiene alcuni tra i più importanti siti archeologici d’Italia, risalenti al Paleolitico ed al Neolitico, oltre che veri e propri gioielli, le chiese rupestri, incastonati nella roccia.

Sono circa 150 le chiese rupestri sparse tra la Murgia ed i versanti della Gravina. Come dice il nome stesso, le chiese rupestri sono scavate interamente o parzialmente nella rupe, ricavate quindi scavando nella pancia degli altopiani rocciosi. Il motivo che portò alla nascita di così tanti luoghi di culto fu l’insediamento, nel periodo dell’Alto Medioevo, di comunità monastiche sia benedettine che bizantine provenienti da oriente; questi trovarono nello splendido paesaggio del territorio materano le condizioni spirituali ideali per professare il proprio culto.

Visiteremo Le chiese rupestri di San Falcione  e di  Madonna delle Tre Porte .  

Sulla via del ritorno sarà poi possibile sostare presso il Parco Sculture La Palomba, cava riutilizzata da un artista locale come spazio espositivo.

 *L’escursione è personalizzabile in base alle necessità del gruppo. Per quanto semplice è però importante avere scarpe comode e con buona aderenza.

Pranzo libero

ORE 15.30 Fra Secoli, Rocce e Storie. VISITA SASSO CAVEOSO

Questa volta si scende nel Sasso Caveoso  attraversando i vicoli e le stradine dei Sassi, scenario naturale di diversi film come La Passione di Cristo di Mel Gibson ed Il Vangelo secondo Matteo di Pier Paolo Pasolini. Si parte dal periodo più buio benché ben conosciuto (e per certi versi spettacolarizzato) della città, con la visita della Casa Grotta .

Lasciata l’antica abitazione alle spalle andiamo a concludere il discorso sull’arte in negativo con la visita al più grande complesso rupestre visitabile nei Sassi, La Madonna delle Virtù e San Nicola dei Greci che abbiamo preferito ad altri per la sua dimensione e per l’unione di elementi architettonici e corredo pittorico di notevole interesse.

Per concludere visiteremo Casa Cava.

Una cava diventata auditorium per pochi, esempio di riutilizzo moderno di un ambiente scavato, concludendo un percorso che ci ha visto camminare dalle stalle alle stelle.

Tornando in piazza Vittorio Veneto sarà possibile entrare in San Giovanni Battista, gioiellino gotico che farà dimenticare gli eccessi barocchi della Cattedrale, completando il nostro tour fra secoli, rocce e storie.
Rientro hotel cena e pernottamento.

25 MARZO

Colazione e check out hotel

Ore 10.30 partenza per visitare la GROTTA DEL PECCATO ORIGINALE

 La Cripta del Peccato Originale è uno dei gioielli più splendenti di Matera. Situata ad una manciata di km dalla città dei Sassi, lungo uno dei versanti scavati dalla Gravina di Picciano, la cripta rappresenta una splendida testimonianza dell’arte rupestre nell’Italia meridionale. Di inestimabile importanza storica ed artistica, i pregevoli affreschi di stile longobardo-benedettino presenti all’interno hanno consentito alla cripta di essere definita “La Cappella Sistina dell’arte rupestre”. Nella memoria locale la grotta viene indicata anche come “Grotta dei Cento Santi”, dati i numerosi Santi raffigurati negli affreschi sulle pareti.

La grotta dei “Cento Santi” si presentò ai giovani esploratori in tutto il suo splendore il 1° maggio 1963. Gli affreschi, per anni aggrediti da muschi, licheni e cianobatteri, non erano ben visibili come lo sono oggi, tuttavia lo spettacolo lasciò i giovani senza fiato. Lo stato di abbandono della grotta durò per altri 3 anni, in cui fu anche adibita ad ovile.

 Nel 1966 fu avviata una lunga fase di restauro durata decenni, prima della donazione della grotta da parte della famiglia Dragone, proprietaria del terreno su cui la chiesa rupestre si estende, alla Fondazione Zétema. Quest’ultima, insieme all’Istituto Centrale di Restauro, provvedette alla riqualificazione dell’area e alla formazione di un vero e proprio codice di pratica per i futuri interventi su altri siti rupestri.

Migliaia di visitatori scelgono questo sito per ammirare uno degli esempi di arte rupestre più importanti al mondo. Gli affreschi risplendono in un contesto fatto di luci e suoni che ricreano l’atmosfera di preghiera che i monaci benedettini vivevano in prima persona più di mille anni prima..
E’ un capolavoro che si può raggiungere solo alla lucana: appuntamento ad un benzinaio sperduto in una statale, zig zag in strade private, passando per cortili, l’arrivo. Da fuori, una saracinesca per difendere da luce e umidità. Dentro, uno spettacolo di un’ora. Ne vale la pena: c’è tutta la Basilicata in quella grotta.

 Pranzo c/o L ‘ Azienda Agricola Dragone

Da pagare sul posto

ORE 15.30 Partenza per Roma

QUOTA DI PARTECIPAZIONE IN CAMERA DOPPIA

  • € 350,00 a persona  da un minimo di 20 persone
  • € 320,00 a persona da un minimo di 30 persone riservato ai soli Soci

SUPPLEMENTO SINGOLA

  • € 60,00 per le 2 notti 

La quota comprende:

  •         Trasferimento in Pullman privato Gran Turismo
  •          Pernottamento in hotel 4 stelle 
  •          Facchinaggio hall/stanza/ hall
  •          Tassa di soggiorno
  •           2 cene in hotel
  •          Pre-accettazione in hotel.
  •          Guida privata per l’intera durata del soggiorno
  •          Tutti i biglietti d’ingresso dei siti storici 
  •          Audioradio per l’intera durata del viaggio
  •          Staff TempodiEventi.com per l’intera durata del viaggio.
  •          Assicurazione viaggio

La quota non comprende

  • Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.

Le prenotazioni dovranno pervenire entro il 04 febbraio 

  •   Pagamento 50% all’atto della prenotazione.
  •   Saldo entro il 10 marzo

N.B.: Per le famiglie con uno o più ragazzi/e, quotazione ad hoc su richiesta . Inviare email a :    

            info@tempodieventi.com

  •  La quota può essere soggetta a variazioni del costo preventivato dei biglietti d’ingresso, accessi, prenotazioni, per variazioni pedaggi autostradali, mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti.
  •  Il programma potrà subire delle variazioni che saranno preventivamente comunicate dall’organizzatore.

Cancellazioni

  •   nessuna penale entro il 04 febbraio
  •   50% della quota dal 05 febbraio 
  •   100% da 10 giorni prima della partenza.
  •   In caso l’organizzatore riesca a trovare la sostituzione con altri partecipanti, verrà restituito l’intero anticipo.

 

Per prenotazioni vi preghiamo inviare e-mail a: info@tempodieventi.com

Consulta le condizioni di vendita

Dettagli

Inizio:
venerdì, 23 Marzo, 2018 - 7:00
Fine:
domenica, 25 Marzo, 2018 - 21:30
Categoria Evento:

Organizzatore

Rita
Telefono:
339 36.69.831
Email:
info@tempodieventi.com

I commenti sono chiusi