Recensioni

recensioni | Tempo di Eventi
Le recensioni dei partecipanti
Le opinioni e i punteggi alle attività di TempodiEventi.
Le recensioni ordinate dalla più recente:

ART DECO' A ROMA

Rated 5 out of 5
16/01/2023

Una visita particolare e insaspettata. Un albergo che all’esterno appare freddo e datato ma all’interno stupisce e rapisce per l’;arredamento art decò. Bellissimi i lumi e mobili, soffitti e pareti in pregiati legni intarsiati con scene mitologiche ed enigmi. dalla terrazza si gode una vista a 30 gradi su Roma. La dottoressa Gemma Buonanno ci ha fatto apprezzare e conoscere la storia dell’hotel e della famiglia che ancor oggi ne é proprietaria. Non immaginavo potesse questa visita risultare cosi particolare. Grazie TDE

Giuliana Fontanelli

IL MUSEO CHE NON TI ASPETTI

Rated 5 out of 5
15/01/2023

La musica nasce con il mondo, con la natura, le cose e l’uomo ne ha da sempre percepito la potenza espressiva e comunicativa.

L’esigenza di riprodurre o produrre i suoni con strumenti sempre più sofisticati percorre la storia dell’umanità, connota le epoche e i diversi immaginari: il Museo Nazionale degli Strumenti Musicali ne è testimonianza e racconto. La meravigliosa visita, condotta da Emanuele Giannotta, storico dell’Arte e Musicista, ci ha reso partecipi di questo affascinante percorso storico e artistico. Il museo è situato in un luogo che consente di allontanarsi dalla città e dal suo frastuono: un sito archeologico (che comprende un complesso di edifici dei secoli III e IV) di rara tranquillità e silenzio, il contesto ideale per predisporsi al godimento dell’esposizione, che accoglie, in buona parte, preziosi esemplari (di varia epoca e provenienza) della vastissima collezione privata di Evangelista Gorga (1865-1957), tenore lirico italiano, collezionista compulsivo e instancabile.

Al primo piano, gli strumenti musicali sono ordinati con un criterio cronologico; al piano superiore disposti per “grandi famiglie” – a corde, a fiato, a percussione. Iniziamo così il nostro viaggio con “la macchina del tempo” dai reperti archeologici, antichissimi strumenti a fiato (corni, fischietti) o a percussione (sistri egizi, greci, romani) come quelli che vediamo raffigurati sui vasi o nei bassorilievi di alcune cattedrali gotiche, con gli angeli musicanti. Poi osserviamo una grande varietà di corni diritti e curvi e, Emanuele si sofferma sulla descrizione dei materiali usati per la loro realizzazione e le potenzialità sonore in base alle tecniche, seppur rudimentali, di costruzione. Così, di sala in sala, è possibile seguire l’evoluzione di questi meravigliosi “oggetti”, sempre in risposta alla ricerca appassionata di rendere il suono in tutte le sue valenze, di colore, di volume, di tono. Ed è emozionante trovare un salterio, il più antico progenitore del pianoforte e antenato del clavicembalo. Emanuele poi ci conduce nel “suo mondo”, quello del pianoforte. Entriamo in una sala interamente dedicata ad un raro esemplare di pianoforte, costruito dallo stesso inventore di questo strumento, Bartolomeo Cristofori. La sua geniale capacità lo aveva portato ad inventare il meccanismo dei martelletti, che consentono di modulare il volume dei suoni, aprendo la via a nuove possibilità espressive e sonore. Altra preziosa testimonianza è “l’Arpa Barberini”, costruita tra il 1605 e il 1620 per la famiglia Barberini con fine intaglio ligneo della colonna, che fu affidata dai Barberini a Marco Marazzoli, detto “Marco dell’Arpa” per il suo proverbiale virtuosismo nell’uso di questo strumento.

Emanuele prosegue il suo racconto facendoci ammirare alcuni strumenti le cui dimensioni sono modificate per adattarli alle nuove esigenze di portare la musica in contesti diversi, quale quello domestico. Ci fermiamo ad osservare alcune spinette munite di astucci di legno dipinto con figurine di rara bellezza.

La visita si conclude con gli strumenti meccanici, tra i quali due carillon di grandi dimensioni che riproducono, rispettivamente, il Duomo di Siena e quello di Orvieto.

Un GRAZIE speciale ad Emanuele Giannotta e a Rita Mancini per la bella ed emozionante iniziativa.

Rita Testi

Mostra di Van Gogh 26 dicembre

Rated 5 out of 5
27/12/2022

Ieri il prof Battiato ci ha guidato nella magia della straordinaria mostra romana, illustrandoci magistralmente il percorso artistico, umano e storico del grande genio olandese. Visita da non perdere!

Laura polidoro

gli angeli del Bernini e il campanile ballerino del Borromini

Rated 5 out of 5
12/12/2022

Sabato scorso Emanuele Giannotta ci ha parlato della storia della splendida chiesa di Sant Andrea delle fratte, con un racconto appassionato, come quello di certi libri che non smetteresti mai di leggere:dalla prima costruzione (nel 1100) nata proprio nelle “fratte2, quando la città ancora non esisteva a quelle successive del 1600, fino all’opera del 1800 e dove Borromini e Bernini si “incontrano – scontrano, a colpi di genio creativo e dove la Madonna si manifesta a un uomo di fede ebraica, che entr nella Chiesa solo per ammirarne la bellezza. Oltre a questa apparizione, riconosciuta dalla Chiesa, c’é il miracolo architettonico della cupola e del campanile del Borromini e quello degli angeli del Bernini, che grazie a una serie di circostanze fotunate, non vennero mai posti su Ponte Sant’Angelo e che possiamo ammirare nella loro forma originaria, intatta , non erosa dal tempo atmosferico. Grazie a Emanuele, a Rita e Lorenzo per le belle opportunità.

Rita Testi

viaggio nella storia : Complesso di San Clemente

Rated 5 out of 5
27/11/2022

Nella visita di sabato 26 novembre abbiamo viaggiato con la “macchina del tempo” attraverso secoli di storia religiosa,politica,sociale,artistica. ma anche nelle leggende, nei miti e nei racconti agiografici di santi e martiri. Un luogo che ha consentito questo percorso è la magnifica Basilica di San Clemente e i suoi sotterranei, ma sopratutto la guida sapiente come Emanuele Giannotta, che ci ha condotto nel complicato labirinto di mura, colonne, dimensioni delle navale delle tre costruzioni, che si sono sovrapposte nel corso del tempo. Un viaggio affascinante. Grazie a Emanuele e a Rita della belle esperienza!!

Rita Testi
Lascia la tua recensione
Puoi farci sapere la tua sulle nostre attività.