L’INFERNO DI DANTE

L’INFERNO DI DANTE. Una mostra che indaga l’universo infernale i suoi paesaggi raccontandone la fortuna iconografica nel corso dei secoli

In occasione dei settecento anni della morte di Dante Alighieri, la Mostra INFERNO alle Scuderie del Quirinale , si inserisce nel ciclo di celebrazioni che la nostra Associazione dedicherà al Poeta.
Una mostra sensazionale che indaga l’universo infernale. i suoi paesaggi e suoi abitanti. racconta la fortuna iconografica nel corso dei secoli. così da offrire una nuova interpretazione all’immaginario visuale del poeta fiorentino che di quell’universo ha elaborato nella Commedia. una vera e propria mappa mentale e simbolica.

Continua a leggere e prenota

GUSTAV KLIMT

Gustav Klimt in Italia. Un evento espositivo che segna il ritorno in Italia a distanza di 110 anni, di alcuni dei suoi capolavori.

Atteso ritorno di Gustav Klimt in Italia, a distanza di 110 anni dalla sua partecipazione all’Esposizione Internazionale dʼArte del 1911.
Un evento espositivo che segna il ritorno in Italia di alcuni dei suoi capolavori provenienti dal Belvedere Museum di Vienna, dalla Klimt Foundation e da collezioni pubbliche e private come la Neue Galerie Graz.

Continua a leggere e prenota

L’INFERNO DI DANTE

L’INFERNO DI DANTE. Una mostra che indaga l’universo infernale i suoi paesaggi raccontandone la fortuna iconografica nel corso dei secoli

In occasione dei settecento annI della morte di Dante Alighieri, la Mostra INFERNO alle Scuderie del Quirinale , si inserisce nel ciclo di celebrazioni che la nostra Associazione dedicherà al Poeta.
Una mostra sensazionale che indaga l’universo infernale, i suoi paesaggi e suoi abitanti, raccontandone la fortuna iconografica nel corso dei secoli, così da offrire una nuova interpretazione all’immaginario visuale del poeta fiorentino che di quell’universo ha elaborato nella Commedia una vera e propria mappa mentale e simbolica.

Continua a leggere e prenota

L’ETERNA BELLEZZA DI CANOVA – la mostra

A GRANDE RICHIESTA…SI REPLICA!!!
Oltre 170 opere di Canova e di alcuni artisti a lui coevi animano le sale del museo di palazzo Braschi, per raccontare in 13 sezioni l’arte canoviana e il contesto che lo scultore trovò giungendo nell’Urbe nel 1779.
”   L’Antico bisogna mandarselo in sangue sino a farlo diventare naturale come la vita stessa.”

Continua a leggere e prenota