Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

VIAGGIO A NAPOLI – GIOIELLO DELLA MAGNA GRECIA, PERLA DEL MEDITERRANEO

sabato, 19 Novembre, 2016 - 7:30/domenica, 20 Novembre, 2016 - 20:00

Programma del viaggio a Napoli

SABATO : 19 NOVEMBRE

ORE 07.40 partenza con Pullman GT  dalla stazione Ostiense

Sosta caffè in autostrada

ORE 10.30   arrivo a Napoli – Capodimonte

ORE 10.45 CAPODIMONTE : La Reggia e le Collezioni

  Il Museo Nazionale di Capodimonte a Napoli, straordinario contenitore culturale di arte e storia. Uno dei simboli della magnificenza della città e del suo glorioso passato di capitale del regno, nasce da una collezione di famiglia. Il nucleo storico della collezione è costituito infatti dagli oggetti d’arte raccolti da Papa Paolo III, al secolo Alessandro Farnese, ed ereditati da Elisabetta. Madre di Carlo di Borbone re di Napoli a partire dal 1734. Il palazzo reale di Capodimonte nasce anche per assecondare la passione del re, la caccia.

Rifugio dalla città per i momenti di relax dei sovrani dell’ epoca.  Il palazzo è infatti circondato da circa 124 ettari di bosco, uno dei polmoni verdi della città in cui non è inconsueto vedere persone passeggiare, chiacchierare o fare sport.

Conserva opere cha vanno da Caravaggio a Masaccio, da Tiziano all’ottocento napoletano.

Al termine della visita trasferimento in hotel e pausa pranzo.

Ore 15.30 LA NEAPOLIS SOTTERRATA – IL COMPLESSO DI SAN LORENZO MAGGIORE E I SOTTERRANEI

Il complesso monumentale di San Lorenzo Maggiore, il cui accesso principale è in pieno centro storico rappresenta un incredibile esempio di stratificazione di testimonianze architettoniche di epoche diverse. Greca, romana e medievale. Nell’area del foro, che rappresentava il cuore dell’antica città greco-romana, tra il Decumano maggiore e il Decumano inferiore. Nella chiesa, Boccaccio incontrò la sua Fiammetta. Nell’attiguo convento -che ospitava nel ‘300 le riunioni del parlamento del regno- soggiornò anche Petrarca.

Al disotto della Chiesa, del convento e del chiostro, sono oggi visitabili in ipogeo gli ambienti riscoperti grazie al lavoro degli archeologi: accedendo all’area, ci si immette in un cardine romano (cioè una strada ortogonale ai decumani), largo tre metri e lungo circa sessanta, su cui si affacciano numerose botteghe: un forno, una lavanderia, osterie, negozi e l’Aerarium, dove erano conservate le finanze cittadine provenienti dalle tasse.

CHIESA  SAN DOMENICO MAGGIORE  E CAVALLINI

Lungo il decumano inferiore di Spaccanapoli si erge una delle chiese monumentali più belle della città, quella di San Domenico Maggiore. Situata nell’omonima piazza, la struttura, originariamente di forma gotica, rappresenta oggi un perfetto esempio di barocco napoletano ed insieme all’adiacente convento, uno dei luoghi simbolo della tradizione architettonica e storica della città. Il più importante restauro avvenne per opera di Vaccaro, il quale diede alla struttura un’impronta barocca.  I dipinti di grandi artisti si stagliano sulle pareti dei suoi ambienti. Tra le tele troviamo opere del Cavallini, del Solimena, del De Vivo e le sculture del Fanzago.

Il Cavallini, vent’anni prima della venuta di Giotto aveva avviato con questo ciclo e con gli altri realizzati a Napoli, l’ apertura verso l’arte nuova dell’Italia centrale che avrebbe caratterizzato le scelte della corte angioina. All’ interno della sagrestia della chiesa,  sono custoditi, in un ballatoio e su due piani, molti dei corpi mummificati degli aragonesi. Al convento si accede sempre su Vico San Domenico. Sviluppato su tre piani, il complesso ha ospitato per alcuni anni personaggi come Giordano Bruno, la cella di Tommaso d’Aquino, ancora oggi presente e quella di Cutolo, durante il suo processo. Fino agli anni ‘90 infatti, il convento ospitava le aule dell’ex Corte D’assisi.

Passeggiata fino alla bella Piazza del Plebiscito tra aneddoti  e curiosità

Piazza del Plebiscito”, così chiamata a seguito della votazione plebiscitaria del 21 Ottobre 1860 per l’annessione del regno di Napoli al regno d’Italia. Piazza del Plebiscito è racchiusa tra due imponenti architetture: la Basilica di San Francesco di Paola e il Palazzo Reale, fatto costruire nel ’600 appositamente per ospitare il re di Spagna Filippo III. La Piazza fu per secoli uno slargo irregolare, dove si svolgevano le feste popolari attorno alle cosiddette “macchine da festa”, che venivano periodicamente innalzate da grandi architetti (famose quelle di Ferdinando Sanfelice e di Francesco Maresca).

Curiosità:attraversare la Piazza ad occhi chiusi, percorrendo circa 170 metri in linea retta, partendo dalla porta del Palazzo Reale, che si trova esattamente al centro fra le due statue equestri e passarvi in mezzo ma praticamente nessuno riesce nell’impresa.

caffè dal Gambrinus, storico locale accanto a Piazza Plebiscito. Arredato in stile Liberty, conserva al suo interno stucchi, statue e quadri della fine dell’Ottocento realizzate da importanti artisti napoletani.

Cena in hotel (facoltativa)

DOMENICA 20 NOVEMBRE

ORE 9.30 CAPPELLA SAN SEVERO – IL CRISTO VELATO

L’incredibile alchimia della Cappella e le macchine anatomiche

Alchimista, scienziato, cultore dell’esoterismo, Raimondo di Sangro principe di Sansevero conduceva studi avanzati ed esperimenti arditi nel settecento napoletano. Il principe aveva ricostruito su due scheletri  il sistema venoso e quello arterioso. Inquietanti e affascinanti figure che oggi si fa appena in tempo a notare nello stordimento che crea la visita alla cappella. Il Cristo Velato è li, a disposizione dei turisti che stupiti e spesso increduli gli ruotano attorno.

Il Cristo Velato è un unico blocco di marmo, il corpo, le ferite, il cuscino, il velo. Pensare diventa difficile, faticoso. La mano del Magnifico scultore Sanmartino e la mente dinamica del principe davanti ad un blocco di marmo. Mesi e mesi di lavoro sull’opera e ogni colpo di scalpello deve levare e deve aggiungere. Levare per arrivare attraverso la materia grezza al corpo del Cristo e alle ferite della sua passione. Difficile sfuggire alla forza magnetica del Cristo Velato ed uscire dalla cappella Sansevero. Impossibile non ritornarci.

SAN GREGORIO ARMENO : Qui è Natale tutto l’anno!

La via , La Chiesa

Caratteristica e affascinante stradina di Napoli, confinata nel bel mezzo del centro storico, essa è celebre per la ricchissima e colorata esposizione di presepi, ogni anno arricchiti di minuzie sempre più innovative. Tra un’allegra moltitudine di negozietti, botteghe e bancarelle che tutto l’anno riempiono di magia gli occhi di chi ne ammira affascinato l’atmosfera. La storia di via San Gregorio Armeno vede la sua nascita risalire all’epoca dell’urbanistica greca che costituiva l’antica città di Neapolis, e che caratterizza tutt’oggi il centro storico.

La strada è anche conosciuta per essere la sede del complesso di San Gregorio Armeno, che comprende una chiesa e un chiostro: la particolarità è che questi risiedono in due edifici differenti ai lati della strada, e sono collegati da un campanile ad arco che sovrasta la via stessa. La Chiesa fu fondata attorno al 930 rappresenta uno degli scorci più caratteristici del centro storico di Napoli. Anche nota come Santa Patrizia, custodisce le spoglie della santa

 

Pranzo libero

Ore 15.00 Giro panoramico della città sul lungomare Caracciolo per ammirare il Castel dell’ovo, il Maschio Angioino con le luci splendenti della città

Ritorno in  Hotel per ritiro bagagli e partenza per Roma

Orario di arrivo previsto ore 20.30

HOTEL: Renaissance Naples Hotel Mediterraneo si trova nel cuore di Napoli a breve distanza dalle più celebri Vie dello shopping e dai principali monumenti cittadini. Ubicato a pochi metri da Piazza Municipio, l’hotel è proprio vicino al celebre Teatro San Carlo e a Piazza Pebliscito
Via Ponte di Tappia, 25 | 80133 – Napoli, ITALIA
T + 39 081 7970173  | F +39 081 081 5525868

 

Contributo associativo: 

Contributo associativo :

  •          Quota € 175,00 per persona in camera deluxe doppia
  •          Supplemento camera deluxe doppia uso singola € 35,00
  •          Camera tripla: riduzione del 10% per la terza persona sulle quote camera doppia.

La quota comprende:

  •         Viaggio in pullman Gran Turismo a disposizione per l’intera durata del viaggio.
  •          Storica dell’arte Dott.sa Silvia De Angelis per l’intera durata del viaggio.
  •         Staff TempodiEventi.com per l’intera durata del viaggio.
  •          Pernottamento in hotel 4 stelle con american breakfast inclusa
  •          Tassa di soggiorno.
  •          Tutti i biglietti d’ingresso + spese di prenotazione.
  •          Assicurazione TempodiEventi.com.

La quota non comprende

  •      Tutto quanto non espressamente indicato alla voce “la quota comprende”.

Le prenotazioni dovranno pervenire a : info@tempodieventi.com  entro il 1 novembre.

  •   Quota valida con minimo 30 persone.
  •   Pagamento 30% all’atto della prenotazione.
  •   Saldo entro il 15 novembre

N.B.: Per le famiglie con uno o più ragazzi/e, quotazione ad hoc su richiesta.

  •  La quota può essere soggetta a variazioni del costo preventivato dei biglietti d’ingresso, accessi, prenotazioni, per variazioni pedaggi autostradali, mancato raggiungimento del numero minimo di partecipanti.
  •  In ogni caso eventuali variazioni saranno, da parte dell’organizzatore, preventivamente comunicate.

Cancellazioni

  •   30% della quota dopo la prenotazione fino a 10 giorni prima della partenza
  •   Intera quota dopo i 10 giorni prima della partenza.
  •   In caso l’organizzatore riesca a trovare la sostituzione con altri partecipanti, verrà restituito l’intero anticipo.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Dettagli

Inizio:
sabato, 19 Novembre, 2016 - 7:30
Fine:
domenica, 20 Novembre, 2016 - 20:00
Categorie Evento:
,
Tag Evento:
, , , , , , ,

Organizzatore

Rita
Telefono:
339 36.69.831
Email:
info@tempodieventi.com

Luogo

Stazione Ferroviaria Roma Ostiense
Piazzale dei Partigiani
Roma, Italia
+ Google Maps

I commenti sono chiusi.